Crea sito

Dieta basica

Durante la cura di una qualsiasi malattia è opportuno mangiare cibi alcalinizzanti

Consigli del Dott. Baklaya.

Per essere sano un corpo deve avere un ph alcalino. Durante la cura di una qualsiasi malattia è opportuno mangiare cibi alcalinizzanti, evitare assolutamente la carne, alcuni tipi di pesce e i prodotti caseari. Limitare l'uso del latte crudo.

Alimenti sbagliati (da ridurre se possibile)

Acidi e cibi acidificanti

Noci e semi
• noci brasiliane
• anacardi
• nocciole
• mandorle
Cereali e riso
• orzo perlato o farina
• riso, bianco o integrale
• segale perlata o farina
• semolino di frumento
• frumento perlato o farina
• grano saraceno
• mais
• faina di riso
• miglio
Pesce e carne
• qualunque carne
• frutti di mare
• aringa
• caviale
• merluzzo
• anguilla
• tuorlo d’uovo
• albume d’uovo
Prodotti caseari
• ricotta
• Edamer
• Formaggio svizzero
• parmigiano
• formaggio magro
• burro
Vegetali e altri prodotti
• lenticchie
• lievito
• cavolini di Bruxelles
• fagioli, cotti
• margarina
• carciofi

La corretta nutrizione
Cibi basici

Vegetali
• ceci
• olive
• semi di papavero
• fagiolini
• barbabietola
• carote
• sedano
• rapa, bianca
• castagna dolce
• porro
• barbabietola da zucchero
• bietola
• patate
• cavolfiore
• rapa
• fagiolini verdi
• melanzana
• cavolo
• cavolo bianco
• zucca
• asparago
Erbe da condimento
• aneto (o finocchio fetido)
• bacche di rosa canina, seccate
• erba cipollina
• crescione d’acqua
Insalate
• ravanello, bianco e rosso
• tarassaco
• cetrioli
• foglie di sedano
• insalata romana
• cicoria
• indivia
• rafano
• cardi
• paprica
• insalatina
• cipolle
• lattuga
frutta:
• mele, fresche o seccate
• mirtilli
• ribes
• ribes nero
• melone
• fragole
• ciliegie, dolci o amarene
• uva
• fichi, secchi
• limone
• cocco
• more
• datteri
• prugne gialle
• ananas
• pesche
• pere, fresche
• arance
• prugne
• lamponi
• banane
altri:
• ostriche
• panna
• funghi
• latte, crudo

Aurasoma

AURASOMA

" Non restate a riva ad osservare la nave che vi passa davanti, dato che avete un biglietto di prima classe in tasca. E' giunto il momento di unirsi ai pionieri di questa Nuova Era con la sua filosofia nuova. " (Vicky Wall)

Vichy Wall

Vicky era sensitiva, chiaroveggente, vedeva i colori intorno alle persone e possedeva un fluido guaritore nelle  mani. Sin da piccola dimostrò queste sue doti. Suo padre era un Maestro della Cabala, ed era anche un profondo conoscitore delle erbe medicinali, e trasmise questa sua conoscenza a Vicky, introducendola così ai Principi fondamentali della Medicina e alla Scienza della Signatura di Paracelso. Questa conoscenza sarebbe molto servita in seguito, a Vicky, nel suo lavoro di farmacista ed erborista.

Ispirata dal suo "Sè Superiore"  fu guidata a ricercare un'arte di cura che chiamò AURA SOMA , creando boccettine curative che chiamò EQUILIBRIUM, con le energie dei colori e quelle dei tre regni terrestri:animale, minerale e vegetale. Divenuta cieca riusciva a  vedere egualmente l'AURA delle persone con la sua "vista speciale" e rimaneva sempre stupita quando le persone, scegliendo le boccette EQUILIBRIUM , sceglievano proprio il colore che lei vedeva contemporaneamente nella loro aura.   Quello di cui avevano bisogno in quel momento per riequilibrare il proprio corpo, la mente e lo spirito!

Il termine Aura è una parola latina che significa "vapore brillante" o meglio conosciuto come "corpo di luce".   Esso indica il campo di energia elettromagnetico che circonda tutti gli esseri viventi e rappresenta l'organo di scambio tra l'essere umano e l'energia universale. La parola Soma deriva dal greco e significa "corpo" e in Sanscrito, Energia vitale. Questo sistema potrebbe apparire come una Cromoterapia, ma di fatto è molto di più. L'Aura-Soma  fu concepito da Vicky Wall, in Inghilterra, nel 1983.

Come abbiamo detto, oltre al colore, in questo sistema sono altrettanto attive le proprietà delle piante, le vibrazioni dei cristalli, delle pietre preziose e le memorie delle Acque di Luce e il potentissimo elemento dell'Aroma. Infatti anche l'olfatto ne è interessato. AURA SOMA è un'arte di cura che si fa aiutare dalla vibrazione di colori, piante, cristalli e pietre preziose, per navigare "nel mare che l'anima di ciascuno ha scelto di solcare"  ma di farlo con levità e grazia. Aura-Soma è un sistema non intrusivo, dolce e riconosce che ogni persona è un arcobaleno di luce.     

Dakini

                              DAKINI MANDALA

DAKINI

Forma femminile di energia illuminata.

Dakini è una traduzione dlla parola tibetana "Khandro" che significa "colei che attraversa il cielo", "colei che va in cielo", o "lei che si muove nello spazio".La dakini è detta anche "la Danzatrice del Cielo".

Colei che danza nel cielo, che è libera, libera grazie all'aver superato gli ostacoli e i limiti della mente comune. Nel mondo occidentale è stata associata a entità angeliche. E' una divinità femminile che si trova sia nell'induismo che nel buddismo. Nel mondo Indu, la Dakini è associata alla Dea Kali.

Le Dakini - perchè Dakini in realtà è plurale, una pluralità di Dee, una pluralità di forme della Dakini, incarnazione del femminile divino - sono diverse fra loro come possono esserlo le singole fiamme dell'unico fuoco che nell'iconografia la circonda. Sono la conoscenza e il potere magico.

Come aiuti spirituali, sono in grado di risvegliarele forze dormienti che giaciono nel profondo.
Le Dakini hanno la natura del fuoco e dell'acqua: sono il fuoco della conoscenza che disperde l'illusione e sono forme fluide, in grado di sciogliere le parti di noi che si sono irrigidite.

La dakini è probabilmente la più importante manifestazione del principio femminile nel buddhismo tibetano. Secondo l'insegnamento tibetano, il principio femminile si compone di due aspetti principali: la Madre e la Dakini.
In quanto principio femminile, questi due aspetti liberano la mente del praticante dagli schemi abituali teorici e li portano nel campo dell' esperienza immediata del mondo dei fenomeni .
L'aspetto della dakini è direttamente legato al primo aspetto del principio femminile, il principio materno, che rappresenta la purezza non-nata della madre di tutti i fenomeni, ma lo coniuga anche con la potenza del discorso logico. Molte donne illuminate della tradizione buddista tibetana sono state riconosciute come incarnazioni di una dakini.

Ricerca eseguita su un testo di Judith Simmer Brown.

Orbs

Teorie sulla natura degli Orbs

Sulla natura degli ORBS vengono fatte, da parte dei ricercatori e dei siti internet dedicati al fenomeno, numerose ipotesi.
Essi potrebbero essere:
• Semplici macchie di polvere sull'obiettivo fotografico.
• Effetto di difetti imputabili alle macchine fotografiche digitali o di densità captativa dei sensori CCD.
• Pulviscolo sospeso nell'aria, gocce di pioggia o insetti illuminati dal flash.
• Sfere di plasma energetico che si illumina alla luce, così come accade per l'effetto di luminescenza dato dal neon.
• Entità incorporee provenienti da altre dimensioni.
• Particelle trattenute nell'atmosfera della Terra, dopo che questa ha incrociato la coda tenue di qualche cometa.
• Extraterrestri o navicelle-spia di natura aliena.
• Sonde di esplorazione temporale inviate dal futuro.
• Anime di trapassati che tentano di comunicare con i vivi.
• Luci prodotte dall'attività tellurica del pianeta, simili alle "EL" o alle "EQL" .


Il libro "The Orb Project"  esplora il regno spirituale attraverso gli sbalorditivi scatti fotografici eseguiti dal teologo Mfceal Ledwith e dal ricercatore della NASA Klaus Heinemann, due tra i massimi esperti della ricerca sul campo delle sfere di luce. Non è casuale che a volersi occupare in maniera approfondita dell'argomento siano state due figure professionali così importanti, data la delicatezza delle questioni in ballo.
ORBS di diverse forme, dimensioni, quantità e sfumature cromatiche vengono da loro ritratti in foto a colori scattate di giorno, di notte e in varie condizioni atmosferiche. Ledwith e Heinemann mettono la loro esperienza al servizio della ricerca, affermando che questi globi, talvolta galleggianti e gravitanti, talaltra del tutto immobili, non sono particelle di polvere né goccioline d'acqua come alcuni sbrigativamente concludono. Essi esplorano inoltre le possibilità di comunicazione tra umani e ORBS, studiando il significato del loro ingresso nella nostra vita.
Dopo essersi imbattuti in sfere brillanti come perle di luce, che essi avevano ritratto in foto scattate durante un ritiro spirituale, e aver osservato migliaia di immagini che le raffiguravano, gli autori sono giunti a formulare l'ipotesi che i cerchi di luce non possano essere altro che emanazioni di esseri spirituali. Molte delle illustrazioni raccolte nel libro, frutto di studi intensi e sistematici, permettono di osservare da vicino il magico e sconcertante fenomeno e invitano i lettori ad accogliere gli ORBS come dimostrazione di entità anomale, concepibili solo al di fuori di visioni del mondo ordinarie e limitate.
Secondo i due studiosi, si tratta di entità che stanno vivendo uno stadio evolutivo diverso dal nostro: le loro fotografie rappresentano, di fatto, il raggio di luce che siamo in grado di registrare riguardo a dimensioni sconosciute e alle creature che le abitano.

 

Diana Cooper

Stavo parlando con la mia amica Kathy Crosswell quando la candela che avevo acceso ha iniziato a lampeggiare all'impazzata. Ci siamo resi conto subito che le nostre guide e gli angeli stavano cercando di contattarci. Dovevamo scrivere un libro su Orbs. Nessuno di noi sapeva niente di Orbs. Gli Angeli ci hanno  detto che ci avrebbero dato prova fisica della loro presenza e ora lo stanno facendo attraverso le Orbs. Alcune macchine fotografiche utilizzano frequenza accessibili ai regni angelici. Gli angeli possono ridurre la loro frequenza per impressionare i loro corpi di luce in una forma circolare sulle fotografie. Queste erano le sfere che contengono l'energia angelica e continuano a irradiare luce e messaggi divini.